Un Blog dalla Seconda Guerra Mondiale

Febbraio 1945

  • 3 febbraio 1945

    Oggi tornando dalla fabbrica siamo rimasti meravigliati. Nel ricovero dove teniamo tutte le valigie, ne abbiamo trovate 4 mancanti. Una l’hanno rubata ad un olandese, una ad un francese, e altre due a un’altro francese, un cappotto a un altro francese ancora, e un paio di scarpini a me. La mia valigia l’hanno aperta, c’erano dentro […]

  • Domenica 4 febbraio 1945

    Ci siamo messi d’accordo tutti e 5 i derubati, e domani andremo alla polizia per denunciare i delinquenti, questi tali truffatori abitano insieme a noi stessi, però credo che sia tutto tempo perduto. Non è questa la prima volta che rubano in questa pensione, a distanza di un anno hanno rubato ben quattro volte, sono […]

  • 5 febbraio 1945

    Stamattina, tutti i derubati siamo andati in fabbrica. Abbiamo chiesto al capo di andare alla polizia per denunciare il furto. Da prima ha fatto un po’ obiezione, poi ci ha mandato. Siamo andati alla detta polizia, gli abbiamo detto del furto, ci hanno detto di andare a casa e che dopo sarebbero venuti loro sul […]

  • 6 febbraio 1945

    Oggi è venuta la polizia si è preso tutti gli appunti ma le mie scarpe non tornano di certo più.

  • 8 febbraio 1945

    Parecchi italiani se ne stanno andando in Italia rimpatriati ammalati. Sembrami che abbiano allargata un po’ la mano a questi rimpatriati. Prima per rimpatriare uno, era come avere una grazia, era difficilissimo insomma, ora invece tutti i giorni si vedono uomini che rimpatriano per l’Italia, voglio provare anch’io questa volta. Stamattina sono andato dal dottore […]

  • 11 febbraio 1945

    Stamattina è venuto Manfrino Verrengia. Ha detto che anche lui sta vedendo di potersene andare in Italia, e forse ci riuscirà. Domani andrò dal dottore una seconda volta, voglio vedere di andare anch’io in Italia. Sono proprio nell’impossibilità di resistere ancora questa lontananza dalla mia moglie, dai miei figli! Spero che mi riuscirà! Oggi io e […]

  • 12 febbraio 1945

    Ho lavorato fino a mezzogiorno e poi ho detto che dovevo andare dal dottore. Mi sono fatto dare una dichiarazione che sono ammalato e con questa sto facendo i primi passi per vedere di essere anch’io rimpatriato come tanti altri. Giovanni Augone è già partito, dal quale ho mandato un biglietto per mia moglie, spero […]

  • 15 febbraio 1945

    Questa sera appena cercavamo di addormentarci è suonato l’allarme. Ci siamo vestiti alla svelta e siamo andati al ricovero. Dopo circa un ora è finito senza che si è sentito nessun colpo. All 1:30 mentre stavamo in pieno sonno, hanno di nuovo squillato le sirene, Siamo scappati di nuovo al ricovero. Dopo tre, quattro minuti […]

  • 16 febbraio 1945

    Oggi sono andato dal dottore per un altra visita per farmi rimpatriare. Mi ha fatto un altro certificato con il quale cercherò di essere visitato per il rimpatrio. Sono andato dal capo fabbrica per farmi fare il nulla osta, ma questi, malgrado che gli ho fatto capire la mia situazione e quella di mia moglie […]

  • San Biascio 22 febbraio 1945

    Ho saputo tramite d’altri che anche Verrengia Manfrino è partito per l’Italia. Non si è fatto neanche vedere, ma ciò non mi è strano, lo conoscevo anche a Casale. Oggi c’è stato un’altro allarme.

  • 23 febbraio 1945

    Altro allarme.

  • 24 febbraio 1945

    Altro allarme. Oggi ero appena venuto dalla fabbrica è venuto a trovarmi Domenico Minchella che anche lui va in Italia. Gli ho raccomandato di recarsi subito a casa mia, se riuscirà ad arrivare subito a casa, e di assicurare a mia moglie che io sto bene e che forse se Iddio vorrà, fra poco sarò […]

  • 25 febbraio 1945

    Verso le 10:00 di sera hanno squillato le sirene. Siamo scappati al ricovero in gran fretta. Dopo quasi un quarto d’ora circa è incominciato il bombardamento. La paura non è stata come l’ultimo bombardamento del 7 gennaio ma neanche tanto lieve. Dopo circa due ore è finito. Iddio ci ha salvati anche questa volta. In […]

  • 27 febbraio 1945

    Oggi un’altra allarme. La gente corre ai ricoveri come impazzita. Finalmente dopo due ore è finito.

  • 28 febbraio 1945

    Alle 10:00 hanno suonato le sirene, poco più di mezzo giorno è finito, poi c’è stato due o tre volte il pre-allarme. Alle 8:00 di sera un altro allarme, alle 10:00 ancora un altra, insomma è stata una giornata in continuo suono di sirene, ma grazie agli attaccanti non ci hanno disturbati con le bombe, […]

Aggiungi questo diario
ai tuoi Social Bookmarks.
Condividi!

This work is licensed under Creative Commons BY-NC-ND